Ed ecco cari lettori finalmente giunti al momento che tanto attendevamo dopo esserci fatti attrarre, attraverso le parole di Ilaria Tuti, nella rete di Teresa Battaglia e delle sue storie professionali e umane! Giovedì sera alle ore 19.00 la biblioteca Guarneriana ci ospiterà per conoscere dalla voce di Ilaria, a dialogo con Angelo Floramo, alcuni accenni di che accade in questo angolo della nostra terra che si è scoperta così incline al giallo ed alla tensione. NINFA DORMIENTE (Longanesi) è il nuovo capitolo che ci aprirà le porte sull’esistenza di Teresa, del suo maldestro assistente e di… beh adesso non possiamo svelarvi tutto! Non mancate!

E TRA POCHISSIMISSIMO…


PICCOLE CURIOSITA LETTERARIE…

Lettori, ricordate il taccuino dello scrittore di cui vi abbiamo parlato recentemente? Per la “legge dell’attrazione letteraria” nota in tutto il mondo in settimana al primo taccuino se ne è aggregato un secondo di cui ovviamente potevamo non parlarvi? Certo che no! Venerdì scorso, come sapete, abbiamo incontrato lo scrittore veneziano Paolo Ganz che si è presentato alla presentazione col suo mitico…taccuino!!! Anche Paolo ci ha raccontato come i taccuini siano per lui uno strumento importantissimo del suo lavoro, per raccogliere ricordi, fissare frammenti, iniziare ad intessere trama e ordito del proprio lavoro.

Taccuini di lavoro di Paolo Ganz e Gabriele Clima

Sia Gabriele Clima che Paolo Ganz poi, senza parlare tra di loro, ci hanno raccontato una cosa identica che è un bel collante autentico nel lavoro degli autori: i taccuini lungo il tempo conservano le modifiche nelle storie, nei ricordi, nel lavoro e quindi nel risultato che giunge tra le mani di noi lettori.

Ringraziamo Gabriele e Paolo per queste piccole confessioni pubbliche e s periamo, con questi due brevi interventi, di avervi regalato un piccolo ma piacevole spaccato sull’operato quotidiano degli autori.

Annunci

Cari lettori, il 24 maggio alle ore 19.00 un bellissimo incontro ci preparerà al meglio ai viaggi estivi ed al caldo in arrivo: Paolo Ganz, scrittore e cantautore veneziano doc, a dialogo con Chiara Fenzo, ci porterà nelle pagine delicate di una riflessione, in punta di coda e in sinfonia di baffo, che i felini mediterranei e l’odore del mare hanno portato alla sua mente e dal li pian piano fino alla carta.


Cari lettori, vogliamo condividere con voi un attimo dal grande e bel valore che è entrato di diritto nei bei ricordi della libreria martedì mattina quando, come sapete, abbiamo “lavorato fuori sede”.
Grazie all’attività vivacissima delle insegnanti del plesso scolastico di Fagagna i piccoli lettori hanno avuto modo di partecipare all’iniziativa “Adotta l’autore” e di sentire dalla viva voce dello scrittore come lavora, scrive, riflette, studia, per arrivare alla pagina scritta. Quest’anno è toccato allo scrittore Gabriele Clima l’occasione affascinare tutti con le sue parole e davvero siamo stati felici,rapiti e siamo usciti tutti dall’incontro affamati di altre storie.
Per tutti i ricordi ne riportiamo uno con la foto sottostante: ecco uno dei mitici taccuini di scrittura che moltissimi autori usano come “armi d’ordinanza” per raccogliere informazioni, osservazioni, curiosità, che poi diverranno storie e da storie racconti e da racconti a libri, si, proprio i libri che tanto amiamo stringere tra le mani. E da ultimo, un appunto che vi meraviglierà: all’affermazione che leggete è seguito un fragoroso applauso partito spontaneamente dai bambini, bello no? Noi pensiamo di sì!

Un grazie enorme a tutta la scuola ed al comitato genitori che ci ha permesso di “essere partner” in questa bellissima avventura.


Lesto si avvicina il felino…


Venerdì 24 maggio alle ore 19 super appuntamento con Paolo Ganz, scrittore e cantautore veneziano doc, che ci porterà nelle pagine delicate di una riflessione, in punta di coda e in sinfonia di baffo, che i felini mediterranei e l’odore del mare hanno portato alla sua mente e dal li pian piano fino alla carta.


ma in serbo abbiamo anche molti altri appuntamenti eh!

…e ancora…

14 marzo con Floreana Nativo!

Giovedì 14 marzo torna a trovarci una scrittrice le cui pagine avete molto amato: Floreana Nativo ritorna da Meister per presentarci il suo romanzo La cucina del delitto che a noi piace definire giallo culinario, eh si, si cucina, si mangia, si schiatta, insomma il cibo come motore fisico di tutte le sfaccettature che possono accendersi nell’animo umano durante una gara letteraria, si avete capito bene, letteraria, in fondo si sa che tra gli scrittori spesso non corre buon sangue… Giovedì dalle 18.30 vi aspettiamo numerosi, ci penserà Anna a servirci un ottimo aperitivo ma senza il sentore di mandorle amare…


Vi capita mai di aver voglia di leggere, in profondità, per scavare, ma che questo desiderio sia più legato a quanto sia il libro a leggere voi, a scavarvi dentro, piuttosto che alla quantità di parole da leggere? Ecco, questo albo illustrato è proprio questo. Calvino diceva che un classico non ha mai finito di dire quello che ha da dire, però, diciamolo, quanti di noi rileggono più e più volte lo stesso libro? Ebbene questo libro di grande formato ci chiede questo, rileggimi ancora perchè non hai visto tutto ciò che ho da dirti. Se il libro precedente coccolava la speranza questo dimostra che c’è sempre bisogno di una qualche speranza. Per chi non conosce Don Milani poche parole e grandi immagini che lo narrano in breve, per chi lo conosce poche parole e grandi immagini che ve lo sveleranno ancora.





Malaticci e lettoricci…

Cari lettori, come prima vi ringraziamo per la pazienza di questi giorni, purtroppo il morbo ha steso la libraia ed è stato necessario restare a casa per scacciarlo! Tuttavia in questi giorni la libraia non è rimasta con i neuroni in mano, tra uno fazzoletto ed uno starnuto si è dedicata all’aggiornamento professionale, come? Beh, leggendo! Non tutto quanto letto è rimasto ben saldo in testa visto il morbo ma di una lettura non possiamo non “video parlarvi” in breve.

Questo brevissimo romanzo di una giovane psicologa danese, già in via di traduzione in molti paesi, è un modo per coccolare la speranza di chiunque lo legga, sì, ho scritto “coccolare la speranza” che è proprio ciò che intendo, prendere la speranza tra le braccia e prendersene cura perchè ci si dimentica troppo spesso che il futuro è imprevedibile. Uno psicologo a cui mancano esattamente 800 incontri per la pensione, si parte da lì per incrociare la bellezza, l’umanità, quanto siamo distratti, quanto ci può piacere una torta di mele, insomma passate in libreria a conosce questo bel libercolo!


PROSSIMAMENTE IN LIBRERIA NON CI ANNOIEREMO AFFATTO CON UN INIZIO DI PRIMAVERA IN CUI
FIORISCONO EVENTI PER TUTTI I GUSTI!

50 Grad…azioni di Grado in giallo

Cari lettori, mercoledì 20 febbraio alle 19.00 grazie alla Biblioteca, dialogheremo con Andrea Nagele per farvi conoscere il mondo misterioso della sua Grado in giallo, una Grado inusuale, una grado di vite quotidiane, una Grado in cui il turismo con i suoi strepiti resta ai margini, una Grado che non vedrete più con gli stessi occhi…


Cari amici, come già annunciato martedì e mercoledì 19 e 20 febbraio per frequentare il super corso di formazione di Tribùk la libreria resterà chiusa.
Cercheremo di tornare con idee, spunti, informazioni, per consigliarvi libri nuovi e interessati.

SE AVETE SEMPRE VOLUTO PORRE UNA DOMANDA AD UN EDITORE SCRIVETECELA E NOI SAREMO I VOSTRI AGENTI SUL CAMPO E DISSETEREMO LA VOSTRA SETE DI SAPERE!

14 febbraio: La carezza dell’acqua con Fabiana Dallavalle

Cari lettori, il nostro amore per i libri dimostriamolo insieme questo San Valentino, noi mettiamo libro, scrittrice e presentatori voi mettete il resto ovvero voi stessi!

Giovedì 14 febbraio alle 18.00 al Meister Cafè si presenterà il libro La carezza dell’acqua di Fabiana Dallavalle (Gaspari editore). Questa presentazione è un esempio di come in libreria a volte accadano cose un po’ magiche: in occasione della presentazione del libro di Max Deliso si parlava e parlando s’è pensato di dare vita, per allegria e amore per le storie, a questa serata insieme. Una scrittrice e due scrittori che dialogano con lei sul suo libro, è una cosa semplice ma i libri sono così, donano semplicità con generosità. Ci sarà l’amore, ci sarà Venezia, ci sarà l’amicizia, e, ovviamente, almeno una carezza per ciascuno di noi.