UNO SPECCHIO: I miei piccoli dispiaceri, Miriam Toews, Marcos y Marcos .

Lettore, chiudi il libro e fai passare almeno un giorno, forse prima non ci arriverai alla profonda bellezza di questo libro, respinge dopo poche pagine, ma proprio perchè tocca i tasti giusti, che sono di solito quelli sbagliati, poi festeggia perchè ne saprai di più di te, fa male, ma sforzati.

Anche se si è lettori voraci e seriali, come me molto spesso, queste parole, queste pagine, sono una sfida ardua che tiene legata nei movimenti tra la storia. Questo libro, un magnete atipico, ti tiene prigioniero a se per molti giorni di lettura, molte notti, in cui ci sia augura a vicenda una buona notte, e magari anche delle mattine di un buongiorno un po’ strano. Non é chiaro se voglia tenerti legato per un profondo senso di condivisione o per darti l’occasione di immergerti in una grande necessità di comprensione. Condividere, riconoscere ciò che già si é depositato nell’animo o dare un nome, presentarsi a mano tesa, a ciò che non si sa di avere, nell’animo? Che poi nell’animo fa molto ‘amore del classico’, quello di Elf, la pianista che suona tristezza calcandola sui tasti, uno, uno un po’ più importante, dei piccoli dispiaceri, ma anima non si puó dire, troppo intimista, troppo religioso, in una famiglia, in un racconto, in cui di religioso c’è solo il tentativo, costante e noncurante, di ascoltarsi e accettarsi vicendevolmente. Scoprire che fosse un dispiacere l’ accettazione é come quando la montagna che si vede e rivede migliaia di volte rivela un pendio un po’ più scosceso che non si era, scioccamente , mai visto prima, e cosi anche questa é quella sorta di epifania io cui si viene attratti: riconoscere che forse essere accettati é un dovere che riteniamo dovrebbe essere sancito per legge, ma accettarsi invece é come un graffio a unghie tese su una lavagna, solo che su quella lavagna ci sono le tue di trame e le unghie le scarnificano arricciandone la pelle in grumi confusi.

Se chi ha un senso sdrucito della sorellanza, o per chi per motivi pratici di Einzelkind, non ne ha uno, attenzione, ai passi su una strada vergine che si sta per battere: qui si viaggia in bomba nel cuore, nelle radici, nei posti dove anche la vergogna diventa naturalezza, sorellanza fisica ma anche di scelta reciproca; ci si insegue, ci si raggiunge, ci si spinge via furiosamente, ma si torna sempre a casa, anche dove casa sta ad un Dio forte e mennonita che può vedere la vicinanza sgretolarsi per troppa accettazione affettata e vacua.

Non si arriva alla fine per caso, se questo libro si legge per caso resterà lì, sul comodino, ad adornarsi vezzosamente di polvere, fermo solo qualche emozione dopo l’inizio, ma a meno che non si viva in un vuoto cosmico di silenzi e mancanza di tocco, qui la Toews toccherà tutti, con una crudeltà nascosta in una fetta di torta mele calda, tutto come sempre é giusto giusto un passo dietro l’angolo e, a meno che di non abbandonare la vita di Yoli per bigottismo o scarso ascolto, ci si sbatterà contro: da qualche parte fra i tasti che suoniamo e ci suonano ogni giorno, picchiando forte, naso sanguinante, occhi umidi, come é la vita, insomma, al centro.

WP_20150429_006

e per chi volesse conoscere un po’ della vita di questa scrittrice e delle sue odissee tra i sentimenti wikipedia può venire in suo aiuto http://it.wikipedia.org/wiki/Miriam_Toews e sul sito dell’editore tutto sui suoi libri tradotti in italiano http://www.marcosymarcos.com/autori/toews/

RECUPERO D’AMICIZIA TECNOLOGICA: UN MI PIACE AL GIORNO TOGLIE LA SCOMPARSA DI TORNO!

Cari amici, veniamo a voi con una richiesta di tipo pratico/tecnologico : alcuni giorni fa come molti di voi hanno avuto modo di notare la pagina della libreria è scomparsa per un po’ da facebook, ora siamo ritornati on line ma (volevate non ci fosse un ma?) tutto lo storico, le foto, i vostri commenti, e soprattutto le vostre amicizie, si è perso nell’etere… che peccato non trovate? Ecco allora il perchè di questa nostra counicazione: se desiderate rimanere in contatto con noi attraverso la comodità del sistema di facebook vi saremmo grati se poteste spendere un minuto della vostra vita tecnologica per mettere il fatidico”mi piace” sulla pagina Libreria W. Meister & co. .

Riconoscerete la nostra pagina dal sorriso del pollice all’insù più famoso del west, insomma, se anche Fonzie vi dice di mettere mi piace mica vorrete contraddire Fonzie no?

Se conoscete iscritti a fabcebook vostri amici interessati a restare in contatto con noi e le nostre attività potete, ovviamente, allargare questo invito a tutti!

Vi ringraziamo da ora per la pazienza e per il tempo che ci dedicherete. Grazie Manu&Paolo

p.s. (non preoccupatevi non cloneremo la vostra carta di credito e non vi iscriveremo a nessun sito tipo www.libraidiabolici.org o www.donatuttiituoibeniamanuepaolo.com o www.gattoalfredomania.it )

p.p.s. Se noterete delle bizzarrie di pubblicazione in questo periodo abbiate pietà dell’incapacità tecnica della libraia, mi farò aiutare per utilizzare il sistema al meglio!

images (1)

23 APRILE: #ioleggoperchè e giornata mondiale del libro

23 APRILE: #ioleggoperchè e giornata mondiale del libro

con Erica Barbiani e Simone Sari

dalle ore 19.00 al Meister Café Caffè

Sant-Jordiore 19.00 La giornata mondiale del libro: dalla festa tradizionale di San Giorgio alla festa mondiale del libro a cura di Simone Sari

ore 19.30 presentazione del libro SALONE PER SIGNORA (Elliot) di 10959713_787929827965920_2476110833333687490_n - CopiaErica Barbiani: l’autrice dialoga con il sociologo Michele ‘Mich’ Federico

WP_20150419_008in chiusura Giorgio Pascoli illustra l’esposizione di acquerelli del gruppo

Gli acquerellanti” di Ragogna ospitata al caffè

Giovedì 23 aprile dalle ore 19.00  vi aspettiamo al Meister Café per  Festa mondiale del libro e per il  culmine della manifestazione #ioleggoperchè per promuovere la lettura.

Alle ore 19.00 Simone Sari, esperto di letteratura catalana medievale, racconterà della tradizionale festa popolare della giornata di San Giorgio, nella regione della Catalogna, e cosa l’abbia condotta a diventare nota quale Giornata mondiale del libro e della lettura.

Alle 19.30 la presentazione del libro Salone per signora, uscito recentemente per l’editore romano Elliot, dell’autrice friulana Erica Barbiani. Dialogando con il sociolo Michele ‘Mich’ Federico, Erica illustrerà il suo romanzo che illumina, con leggerezza e un po’ di follia, la vita e le sue forme che un salone da parrucchiere può racchiudere tra le sue mura.

In chiusura Giorgio Pascoli, pittore ed educatore, racconterà del gruppo “Gli acquerellanti” di Ragogna e della nascita delle loro opere pittoriche, che rifuggono dall’uso del disegno preparatorio, e che si possono ammirare al caffè letterario.  Piatto ricco mi ci ficco! 

VENERDI’ 10 ore19.30:MASSIMILIANO SANTAROSSA, ANGELO FLORAMO, MARIO IOB “METROPOLI”

Venerdì 10 aprile alle 19.30 presso il Meister Café ospiteremo

Massimiliano Santarossa con le14426_938917096127327_6003270234105090648_n trame dure e allucinate
del suo nuovo romanzo Metropoli (Baldini&Castoldi). Attraverso gli interventi di Angelo Floramo e Mario Iob, compagni di avventure, Massimiliano ci racconterà di un futuro, di una città, di un libro che ci accoglie con molte domande fin dall’intrico della sua bellissima copertina.

Vi ricordiamo che il libro é il protagonista del nostro ormai collaudato Meister Book Club mensile: se desiderate partecipare ci incontreremo per discutere di Metropoli mercoledì 15 aprile alle 20.45 presso il Meister Café.

In partenza come già annunciatovi ci sono il Meister Book Club per i ragazzi delle medie e delle superiori: se conoscete ragazzi che amano leggere avvisateli, il passa parola funziona sempre!

Prossimi appuntamenti:
Giovedì 23 aprile, giornata mondiale del libro e conclusiva dell’iniziativa #ioleggoperchè  Erica Barbiani, con Michele Federico,  presenterà il suo libro “Salone per signora” (Elliot)

Giovedì 7 maggio Marco Anzovino, con Angelo Floramo, presenterà il suo libro “Turno di notte” (Biblioteca dell’Immagine)

BUONA PASQUA E NEWS PER VOI!

4736d9725afed3ecc83b0efbac9ea31fCarissimi amici, tanti auguri di un’ottima Pasqua piena delle cose che desiderate e delle persone con cui amate passare il vostro tempo, e se poi ci scappa anche una mezz’oretta in compagnia di un buon libro ancor meglio!

Per quest’anno abbiamo in serbo per voi, e per noi stessi, diversi regali che vi accenniamo qui per poi ricordarverli man mano:

venerdì prossimo, 10 aprile, alle 19.30 Massimiliano Santarossa sarà nostro ospite al Meister Café per presentare, a dialogo con Angelo Floramo e Mario Iob, il suo nuovo libro Metropoli (Baldini&Castoldi). ATTENZIONE!!! Il libro è la lettura del mese di aprile del Meister Club del Libro che vi ricordiamo essere aperto a quanti vogliano prendervi parte, anche solo come uditori, quindi fatevi avanti, in quasi tre anni di incontri non abbiamo fatto nessuna vittima! 🙂

– a brevissimo partiranno, col sostegno di alcuni amici-lettori /ici,  i Club del libro per ragazzi di scuole medie e superiori che tanto ci avete caldeggiato a far partire dopo avervi buttato l’amo nel lago della lettura, ebbene, abbocchiamo tra pochissimo! Se sapete di ragazzi/e che amano leggere e che amano chiacchierare dei libri amati fatecelo sapere e avvisateli di questa iniziativa in partenza (si accettano suggerimenti sui libri da leggere!) (un grazie al sostegno indiretto di Filomena Grimaldi, meglio nota cole LA LIBRAJA, della librerai Controvento di Telese Terme).

giovedì 7 maggio alle 19.00 sarà nostro ospite Marco Anzovino, introdotto da Angelo Floramo, per raccontarci a suon di parole e musica il suo libro Turno di Notte (Biblioteca dell’Immagine) che narra la sua esperienza di educatore sul fronte della tossicodipendenza.

Insomma, dai, festeggiate, mangiate le uova, bevete un po’ di bollicine, perchè da venerdì vi attendiamo freschi e pronti per condividere con noi molte emozioni!

Ancora tanti auguri! Manu&Paolo