Immagine

prima chiamata per il diretto libriiii sssiori esssiore!

aledef-page-001 (1)

Annunci

LA LIBRERIA E UN RIPOSINO

Cari amici, da martedì 15 a sabato 19 ottobre la libreria sarà chiusa per ferie,

per poi riaprire regolarmente il martedì successivo ovvero il 22 ottobre.

Su, su, riponete i fazzoletti, non strappatevi i capelli, non urlate disperati, sappiamo che senza di noi sarà difficile ma in fondo è solamente una breve pausa per poi ripartire di slancio quindi no panic!

Vi ricordiamo che per informazioni o richieste potete contattarci via e-mail all’indirizzo w.meister@libero.it oppure su fb sulla nostra pagina libreria w.meister o alla nostra pagina amica Meister Café.

Cogliamo l’occasione per  avvisarvi fin d’ora (verrete avvisati nuovamente in prossimità dell’evento) di una bellissima cosa, ecco qua!

Viaggiare è bello, ma stando seduti è perfetto!
Viaggiare è bello, ma stando seduti è perfetto!

A prestissimo, Manu&Paolo (Roberta&Michela e il loro aromatico caffè vi aspettano anche questa settimana 🙂 )

 

E/LEGGIAMO: IL 24 FEBBRAIO DI CORSA IN LIBRERIA! ovvero http://legge-rete.net

e/leggiamo 24 febbraio 2013

e/leggiamo 24 febbraio 2013

Facciamo la rivoluzione: andiamo in libreria il 24 febbraio

Giuseppe Culicchia (La Stampa 3.2.13)

 Cari amici, super cari lettori, un po’ di pazienza, quanto segue è lungo ma vi chiediamo, appunto, un po’ di pazienza! Ci siamo oramai: il finesettimana venturo molto si deciderà dell’andamento del nostro paese nel futuro prossimissimo e qualunque siano i risultati di questa tornata elettorale speriamo che chiunque si appresti a condurre lo stato in cui viviamo abbia l’intenzione di farlo per tutelare l’interesse di ciascuno. Proprio in vista di tale importante appuntamento l’Associazione Forum del libro coadiuvata dalla libreria Ponte sulla Dora ha “creato” l’evento e / leggiamo che mira a sostenere un interesse attivo del prossimo governo rispetto alla lettura intesa nella sua accezione più ampia di porta verso lo sviluppo complessivo dell’uomo e di conseguenza del suo ambiente.

Per fare ciò è stato creato un protocollo sintetico composto da 5 punti che dovrebbero, rispetto allo sviluppo culturae e civile di un paese, essere considerati come irrinunciabili ma fino ad ora l’Italia pare aver fatto a meno di occuparsene dirigendosi verso un mare aperto senza scialuppe di salvataggio… I punti sono in breve

1. SCUOLA 2. BIBLIOTECHE E CITTADINANZA 3. LIBRERIE DI QUALITÀ  4. LEGGERE IN RETE 5. UN PIANO PER LA LETTURA 

non sono punti “semplici” sui quali intavolare un lavoro attivo, ne siamo consci, ma sono così importanti da non poter più contemplare un sostanziale silenzio come fino ad ora è stato!

 E’ stata creata una petizione firmabile on line per poter far sentire il peso e l’urgenza di questa richiesta e tra i primi firmatari e fautori si annoverano nomi di primaria importanza e tra gli altri: Andrea Camilleri, Tullio De Mauro , Toni Servillo, Gianpaolo Pini (taxista),Don Luigi Ciotti,Daniela Bonanzinga (libraia),Pietro Mennea,Gustavo Zagrebelsky (giurista),Gad Lerner, Margherita Hack, e ne abbiamo diversi per palesare come la richiesta di una maggiore attenzione alla “lettura” sia una trasversale toccando chiunque desideri vivere in modo attivo e consapevole la sua cittadinanza.

 E allordunque! nella giornata del 24 febbraio le librerie aderenti all’iniziativa, molte sono e molte se ne vanno aggiungendo, resteranno aperte per fungere da presidio informativo circa l’iniziativa e per permettere a chiunque di firmare la petizione.

Le cose da dire sarebbero moltissime ma non ci dilunghiamo oltre!

Ogni ulteriore informazione, compresa la lettera aperta con i 5 punti speigati in chiaro, potete reperirla agli indirizzi:www.ilpontesulladora.it/forum-del-libro/eleggiamo/ o http://legge-rete.net , lì potrete firmare la petizione, se lo vorrete, e informarmi per diffondere questo movimento consapevole verso chi vi sta vicino.

Vi aspettiamo dunque DOMENICA 24 FEBBRAIO IN LIBRERIA PER ESSERE PARTE ATTIVA IN QUESTA INIZIATIVA,

se dobbiamo ripartire facciamolo col turbo, o no?

e/leggiamo e/pensiamo!

LETTEORE,SE TI ABBRACCIO NON AVER PAURA! VENERDI’ 30 NOVEMBRE E SABATO 1 DICEMBRE ORE 19.00

Una due giorni assolutamente imperdibile a San Daniele del Friuli!

Venerdì 30 novembre alle 19.00 presso la Biblioteca Guarneriana Moderna con “Udine nel suo anno più lungo”,edito dall’editore Aviani& Aviani, potremo entrare in contatto con una pagina viva di una storia che ha coinvolto il mondo ma che, spesso ce ne scordiamo, ha coinvolto soprattutto le piccole parti di cui il mondo è composto: che ne era di una città e dei sui abitanti quando un vortice impetuoso come una guerra entrava sotto la sua pelle cambiandone il volto? Introdotto dal figlio dell’autore Udine nel suo anno più lungo sarà un viaggio a ritroso nel tempo nel quale torneranno a vivere ricordi dolorosi ma assolutamente necessari per evitare di ripetere gli stessi errori.

Sabato 1 dicembre alle ore 19.00 presso la Biblioteca Guarneriana Antica, introdotto dal prof. Angelo Floramo e dalla professoressa Tiziana Cominotto, Fulvio Ervas, autore dello splendido “Se ti Abbraccio non aver paura” uscito per i tipi Marcos y Marcos, ci narrerà la vicenda di Andrea e del suo papà Franco che hanno attraversato in moto gli Stati Uniti affrontando il più grande e vero viaggio: scoprire se insieme si possono sgretolare spazi che paiono dividerci e che spesso gli altri, più che noi stessi, paiono dirci non possono essere affrontati. Dopo il grande successo dell’estate e gli importanti passaggi televisivi alle Invasioni Barbariche ed alle Iene il libro dell’anno approda a San Daniele! Fulvio Ervas saprà narraci una storia così poetica da sembrare solo un romanzo ed invece è la vita vera di un padre che lotta per affrontare ciò che è non è stato possibile evitare ma che ha dato alla vita un senso nuovo.

BOOK UP! LA PRIMA STORIA BELLA!

book up!

book up! per aver salva la vita in alto i libri!

Una nuova avventura, inusuale e innovativa, entra a far parte del ciclo di incontri Meister d’Autunno 2012 come unica libreria del Friuli aderente al progetto: Book up! La prima storia bella! che, dal 17 al 25 novembre, mira a far scoprire e riscoprire i migliori esordi letterari degli ultimi anni! Librai, librerie indipendenti, libri e scrittori esordienti uniti sotto un unico cielo grazie alle esplosive idee di MarcosyMarcos e Piazza Repubblica Libri di Cagliari che una ne fanno e cento ne pensano!

Dopo la lunga notte bianca del 21 giugno, che vi ha visti tenaci partecipanti,il gruppo di editori e librerie indipendenti che si fa riconoscere sotto il marchio Letti di Notte ora propone una nuova stimolante esperienza: mettere in vetrina una selezione dei migliori romanzi d’esordio di narratori italiani e stranieri pubblicati negli ultimi due anni per scoprire autori ed editori “nuovi” che possono dare una vita nuova al mondo della lettura. Sul sito lettidinotte.com poi sarà possibile conoscere ogni particolare in profondità.

PER TUTTI I LETTORI GRANDE CONCORSO: VINCE CHI MEGLIO CONISGLIA L’ESORDIO LETTERARIO- DEL PRESENTE O DEL PASSATO- CHE LO HA FATTO “VOLARE PIU’ IN ALTO”!!

Dal 17 al 25 novembre 2012, la libreria W. Meister & co. proporrà cartoline su cui sarà

super cartolina book up!

super cartolina book up!

possibile scrivere qual è il “primo libro” di un autore, magari oggi famoso, oppure che ha esordito negli ultimi anni, che più è piaciuto. Indicato autore e titolo, in poche righe si dovrà raccontare perché: un consiglio semplice, rapido, accattivante rivolto agli amici e agli altri clienti della libreria. Più semplice, chiaro e creativo è, meglio è.

Al termine della rassegna, ciascuna libreria designerà il consiglio espresso nel modo migliore. Tutti i consigli scelti dai librai verranno pubblicati sul sito di Letti di notte. Una giuria tecnica selezionerà le migliori dodici segnalazioni, poi toccherà ai lettori: sul sito di Letti di notte si troveranno tutte le indicazioni per farlo. Verrà scelto un supervincitore, che si aggiudicherà in premio l’intera collezione degli esordienti di Bookup! E’ possibile partecipare al concorso anche scaricando la cartolina dal sito, oppure inviando una email con il vostro consiglio a questo indirizzo:lettori@lettidinotte.com

UDITE UDITE: I LIBRI LI SPEDIAMO A SCUOLA!!

I LIBRI SPEDIAMOLI A SCUOLA

I libri impolverati e solitari chiedono a gran voce: spediteci a scuola!

In occasione dell’avvio dell’anno scolastico vi presentiamo un’iniziativa importantissima, a nostro avviso, e meritevole d’essere diffusa il più possibile.
Pensiamo condividiate con noi il pensiero che la lettura sia una delle più importanti forme di creazione dell’individuo come essere indipendente e consapevole del suo rolo nella società ma siamo certi conosciate anche la pessima situazione il cui la scuola italiana versa, per scarsità di danaro, sul lato della possibilità di dotarsi di strumenti importanti e di valore per raggiungere il suo scopo ultimo, ovvero, formare individui capaci di creare futuro.

L’editore Sinnos, faro in suolo italiano per quanto riguarda l’editoria multiculturale e rivolta a studenti affetti da dislessia e digrafia, ha in questi anni dato vita al progetto “I libri spediamoli a scuola” un sistema semplice per dotare le scuole interessate di un buon fondo librario. Qui per punti il progetto:
Chi: Una scuola iscritta al progetto, una libreria iscritta al progetto.
Cosa: Ottenere in modo agevole, diretto e senza oneri economici vivi, dei libri per la biblioteca scolastica dell’istituto aderente (di ogni genere e grado).
Dove : In tutta Italia.
Quando: durante l’anno scolastico (ed. da settembre 2012 a giugno/luglio2013).
Perchè: per favorire l’accrescimento (laddove non la vera e propria nascita) di biblioteche scolastiche.
Come: Il referente della biblioteca scolastica (o un insegnante, il dirigente scolastico, ecc..) stila, in concerto con il referente della libreria, una lista di testi ritenuti importanti per la biblioteca scolastica. La lista stilata viene appesa presso la scuola e presso la libreria. Chiunque (genitori, nonni, amici, fondazioni, ditte private, ecc..) desideri aiutare la scuola non deve fare altro che acquistare presso la libreria uno dei volumi contenuti nella lista diventando così “azionista” della scuola. A fine anno scolastico i libri acquistati (uno, dieci, mille) vengono consegnti alla scuola insieme alla lista contenente i nomi dei donatori (tranne nel caso in cui non desiderino restare anonimi). (Insomma il classimo meccanismo della “lista nozze”)

Pensiamo che il progetto sia semplice e chiaro, ciascuno degli attori coinvolti può trarne vantaggio con un minimo sforzo (con pochi euro si dona qualcosa che dura nel tempo e che sarà utile alla formazione di decine e decine di bambini es. a Porcia,nell’aprile 2011, l’istituto comprensivo ha ricevuto ben 101 libri a costo apri a zaro!).

Nella nostra regione il progetto fatica notevolmente ad essere compreso pienamente e dunque attuato ma noi come libreria indipendente ed associazione culturale ci crediamo fermamente e speriamo possa avere notevole riscontro nel corso di questo anno scolastico (e dei prossimi ovviamente). Se lo ritenete d’interesse e di valore per i vostri bambini, nipoti, figli ma più in generale, ed è questo a cui noi teniamo di più, d’importanza per la creazione di un meccanismo virtuoso che leghi la società alla scuola ed il pubblico a collaborare attivamente col privato, speriamo possiate diffondere questa iniziativa a chi immaginiate possa essere interessato o vi invitiamo a parlarne con il vostro dirigente scolastico.

BYE BYE RAY!

Fahrenheit 451, Ballantine Books, 1a ed. 1953

Un arrivederci per un autore che nel secolo breve ha descritto così bene la potenza della forza dei libri da essere ricordato maggiormente come Titolo piuttosto che come autore in carne ed ossa!

Ray Bradbury, autore  appunto di Fahrenheit 451, è mancato ieri all’età di 91 anni e ne avremmo da scrivere!

L’incontro casuale con il grande scrittore e critico inglese Isherwood… l’amicizia con Charles Addams… Fahrenheit 451… sarebbero moltissime le cose di cui potremmo parlarvi ma ciò di lui che vogliamo ricordare in particolar modo è il legame fortissimo che ancora lo legava alla sua infanzia ed ai libri.

Questi due aspetti della vita sono due cose a cui noi teniamo moltissimo, come sapete, e per evidenziarli riporteremo solo due citazioni ma molto significative della grandezza dell’autore che ci apprestiamo a salutare! Buon viaggio Ray!

“Sono state le biblioteche a crescermi, non credo nei college e nemmeno nelle università. Credo invece nelle biblioteche perchè molti studenti non hanno denaro. Quando ho concluso la scuola durante il tempo della Depressione non avevo danaro, non potevo andare al college e così andavo in biblioteca tre volte alla settimana per 10 anni. “* (trad. di Manu)

“…poco dopo la bestia della creatività crebbe in me non appena apparve Buck Rogers** nel 1928, e penso che quell’autonno divenni davvero leggermente matto! E’ l’unico modo che ho per descrivere l’intensità con la quale divoravo quelle storie, raramente più in là nella vita si hanno febbri del genere  che riempiono l’intero giorno di emozione” (in New Yorker) (trad. di Manu)

 

* Steinhauer J. A Literary Legend Fights fo a local Library, The NY Times, 9/12/2009

** Personaggio immaginario di due romanzi di Nowlan apparso nel 1928 sulla rivista di letteratura pulp Amazing Stories.