SABATO 20 GIUGNO: LETTI DI NOTTE 2015!

TORNA LETTI DI NOOOOTTTEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!

Anche quest’anno, nata nel 2012 da un’idea di Claudia Tarolo e Marco Zapparoli (Marcos y Marcos) e di Patrizio Zurru (Piazza Repubblica Libri), torna puntuale la luuunga notte di Letti di notte!

Come fin dal primo anno la libreria parteciperà all’iniziativa ma quest’anno la cosa bellissima e che per tutti i lettori la notte viene organizzata insieme con la collaborazione impareggiabile della Biblioteca Guarneriana per creare una vera piazza di lettura, di libri e lettori!

Il programma, ricco e articolato, prevede:

inizio alle 20.30 tra biblioteca e libreria e sarà più facile riconoscersi portando un libro in mano!

Dalle 20.45 Animattidinotte: caccia al tesoro tra le sedi dell’iniziativa, partendo dalla biblioteca, con in palio un bellissimo dono.

Alle 21.30 ca. avvio ufficiale della seconda edizione di La cartolina più brutta dell’estate (21/6-21/9).

Ore 21.45 ca. Alessandro Di Pauli in Divagando tra matti…storie di pazzia, ma anche no narrazioni di diversa normalità e primi passi per il catalogo dei matti di San Daniele e dintorni. Se avete storie e curiosità di noti personaggi locali portate la vostra testimonianza per iniziare a costruire insieme il catalogo dei matti di San Daniele e dintorni

Alle 22.45 ca. Letture buie pore nuie: letture tratte dal nuovo libro giallo di Lisa Gardner “Prendimi” e presentazione del concorso nazionale Ammazza un amico!

Tra un’attività e l’altra spilucco e brindo libero permetteranno di conoscerci meglio davanti ad una bibita o ad uno stuzzichino e ogni contributo è ben accetto.

Un possibilità fantastica sarà questa: la biblioteca sarà, nel mentre, aperta al prestito, volete mettere prendere a prestito un libro col favore delle tenebre? magari un bell’horror…in cui un lettore sparisce… eh eh eh…

Page1

Annunci

UNO SPECCHIO: I miei piccoli dispiaceri, Miriam Toews, Marcos y Marcos .

Lettore, chiudi il libro e fai passare almeno un giorno, forse prima non ci arriverai alla profonda bellezza di questo libro, respinge dopo poche pagine, ma proprio perchè tocca i tasti giusti, che sono di solito quelli sbagliati, poi festeggia perchè ne saprai di più di te, fa male, ma sforzati.

Anche se si è lettori voraci e seriali, come me molto spesso, queste parole, queste pagine, sono una sfida ardua che tiene legata nei movimenti tra la storia. Questo libro, un magnete atipico, ti tiene prigioniero a se per molti giorni di lettura, molte notti, in cui ci sia augura a vicenda una buona notte, e magari anche delle mattine di un buongiorno un po’ strano. Non é chiaro se voglia tenerti legato per un profondo senso di condivisione o per darti l’occasione di immergerti in una grande necessità di comprensione. Condividere, riconoscere ciò che già si é depositato nell’animo o dare un nome, presentarsi a mano tesa, a ciò che non si sa di avere, nell’animo? Che poi nell’animo fa molto ‘amore del classico’, quello di Elf, la pianista che suona tristezza calcandola sui tasti, uno, uno un po’ più importante, dei piccoli dispiaceri, ma anima non si puó dire, troppo intimista, troppo religioso, in una famiglia, in un racconto, in cui di religioso c’è solo il tentativo, costante e noncurante, di ascoltarsi e accettarsi vicendevolmente. Scoprire che fosse un dispiacere l’ accettazione é come quando la montagna che si vede e rivede migliaia di volte rivela un pendio un po’ più scosceso che non si era, scioccamente , mai visto prima, e cosi anche questa é quella sorta di epifania io cui si viene attratti: riconoscere che forse essere accettati é un dovere che riteniamo dovrebbe essere sancito per legge, ma accettarsi invece é come un graffio a unghie tese su una lavagna, solo che su quella lavagna ci sono le tue di trame e le unghie le scarnificano arricciandone la pelle in grumi confusi.

Se chi ha un senso sdrucito della sorellanza, o per chi per motivi pratici di Einzelkind, non ne ha uno, attenzione, ai passi su una strada vergine che si sta per battere: qui si viaggia in bomba nel cuore, nelle radici, nei posti dove anche la vergogna diventa naturalezza, sorellanza fisica ma anche di scelta reciproca; ci si insegue, ci si raggiunge, ci si spinge via furiosamente, ma si torna sempre a casa, anche dove casa sta ad un Dio forte e mennonita che può vedere la vicinanza sgretolarsi per troppa accettazione affettata e vacua.

Non si arriva alla fine per caso, se questo libro si legge per caso resterà lì, sul comodino, ad adornarsi vezzosamente di polvere, fermo solo qualche emozione dopo l’inizio, ma a meno che non si viva in un vuoto cosmico di silenzi e mancanza di tocco, qui la Toews toccherà tutti, con una crudeltà nascosta in una fetta di torta mele calda, tutto come sempre é giusto giusto un passo dietro l’angolo e, a meno che di non abbandonare la vita di Yoli per bigottismo o scarso ascolto, ci si sbatterà contro: da qualche parte fra i tasti che suoniamo e ci suonano ogni giorno, picchiando forte, naso sanguinante, occhi umidi, come é la vita, insomma, al centro.

WP_20150429_006

e per chi volesse conoscere un po’ della vita di questa scrittrice e delle sue odissee tra i sentimenti wikipedia può venire in suo aiuto http://it.wikipedia.org/wiki/Miriam_Toews e sul sito dell’editore tutto sui suoi libri tradotti in italiano http://www.marcosymarcos.com/autori/toews/

LETTEORE,SE TI ABBRACCIO NON AVER PAURA! VENERDI’ 30 NOVEMBRE E SABATO 1 DICEMBRE ORE 19.00

Una due giorni assolutamente imperdibile a San Daniele del Friuli!

Venerdì 30 novembre alle 19.00 presso la Biblioteca Guarneriana Moderna con “Udine nel suo anno più lungo”,edito dall’editore Aviani& Aviani, potremo entrare in contatto con una pagina viva di una storia che ha coinvolto il mondo ma che, spesso ce ne scordiamo, ha coinvolto soprattutto le piccole parti di cui il mondo è composto: che ne era di una città e dei sui abitanti quando un vortice impetuoso come una guerra entrava sotto la sua pelle cambiandone il volto? Introdotto dal figlio dell’autore Udine nel suo anno più lungo sarà un viaggio a ritroso nel tempo nel quale torneranno a vivere ricordi dolorosi ma assolutamente necessari per evitare di ripetere gli stessi errori.

Sabato 1 dicembre alle ore 19.00 presso la Biblioteca Guarneriana Antica, introdotto dal prof. Angelo Floramo e dalla professoressa Tiziana Cominotto, Fulvio Ervas, autore dello splendido “Se ti Abbraccio non aver paura” uscito per i tipi Marcos y Marcos, ci narrerà la vicenda di Andrea e del suo papà Franco che hanno attraversato in moto gli Stati Uniti affrontando il più grande e vero viaggio: scoprire se insieme si possono sgretolare spazi che paiono dividerci e che spesso gli altri, più che noi stessi, paiono dirci non possono essere affrontati. Dopo il grande successo dell’estate e gli importanti passaggi televisivi alle Invasioni Barbariche ed alle Iene il libro dell’anno approda a San Daniele! Fulvio Ervas saprà narraci una storia così poetica da sembrare solo un romanzo ed invece è la vita vera di un padre che lotta per affrontare ciò che è non è stato possibile evitare ma che ha dato alla vita un senso nuovo.

BOOK UP! LA PRIMA STORIA BELLA!

book up!

book up! per aver salva la vita in alto i libri!

Una nuova avventura, inusuale e innovativa, entra a far parte del ciclo di incontri Meister d’Autunno 2012 come unica libreria del Friuli aderente al progetto: Book up! La prima storia bella! che, dal 17 al 25 novembre, mira a far scoprire e riscoprire i migliori esordi letterari degli ultimi anni! Librai, librerie indipendenti, libri e scrittori esordienti uniti sotto un unico cielo grazie alle esplosive idee di MarcosyMarcos e Piazza Repubblica Libri di Cagliari che una ne fanno e cento ne pensano!

Dopo la lunga notte bianca del 21 giugno, che vi ha visti tenaci partecipanti,il gruppo di editori e librerie indipendenti che si fa riconoscere sotto il marchio Letti di Notte ora propone una nuova stimolante esperienza: mettere in vetrina una selezione dei migliori romanzi d’esordio di narratori italiani e stranieri pubblicati negli ultimi due anni per scoprire autori ed editori “nuovi” che possono dare una vita nuova al mondo della lettura. Sul sito lettidinotte.com poi sarà possibile conoscere ogni particolare in profondità.

PER TUTTI I LETTORI GRANDE CONCORSO: VINCE CHI MEGLIO CONISGLIA L’ESORDIO LETTERARIO- DEL PRESENTE O DEL PASSATO- CHE LO HA FATTO “VOLARE PIU’ IN ALTO”!!

Dal 17 al 25 novembre 2012, la libreria W. Meister & co. proporrà cartoline su cui sarà

super cartolina book up!

super cartolina book up!

possibile scrivere qual è il “primo libro” di un autore, magari oggi famoso, oppure che ha esordito negli ultimi anni, che più è piaciuto. Indicato autore e titolo, in poche righe si dovrà raccontare perché: un consiglio semplice, rapido, accattivante rivolto agli amici e agli altri clienti della libreria. Più semplice, chiaro e creativo è, meglio è.

Al termine della rassegna, ciascuna libreria designerà il consiglio espresso nel modo migliore. Tutti i consigli scelti dai librai verranno pubblicati sul sito di Letti di notte. Una giuria tecnica selezionerà le migliori dodici segnalazioni, poi toccherà ai lettori: sul sito di Letti di notte si troveranno tutte le indicazioni per farlo. Verrà scelto un supervincitore, che si aggiudicherà in premio l’intera collezione degli esordienti di Bookup! E’ possibile partecipare al concorso anche scaricando la cartolina dal sito, oppure inviando una email con il vostro consiglio a questo indirizzo:lettori@lettidinotte.com